Home CRONACA Lugano, rapinano due giovani ma la loro fuga è breve: tre in...

Lugano, rapinano due giovani ma la loro fuga è breve: tre in manette

È durata pochi minuti, nemmeno il tempo dell’esfiltrazione dalla zona in cui dalla zona in cui si erano impossessati del denaro, la fuga dei tre giovani malviventi resisi responsabili iersera di una rapina lungo via Emilio Bossi a Lugano. In manette, come confermano fonti di ministero pubblico, Polcantonale e Polcom Lugano, un 29enne tunisino senza fissa dimora, un 18enne svizzero di origini non precisate e con domicilio nel Mendrisiotto ed un 18enne rumeno dimorante nel Mendrisiotto; secondo la sommaria ricostruzione fornita, i membri del terzetto avevano preso di mira un 18enne serbo ed un 20enne lettone, entrambi con domicilio nel Luganese, arrivando a minacciarli ed a farsi consegnare il contenuto dei portamonete. Intorno alle ore 23.30 il colpo, in contesto peraltro ancora non chiaro ma in qualche modo definibile sulla scia degli addebiti (“dossier” nelle mani di Nicola Respini, sostituto procuratore generale); a distanza di forse cinque minuti, sull’intervento di agenti della Polcantonale e della Polcom Lugano, il fermo, l’interrogatorio dei tre soggetti ed il puntuale arresto. Ipotesi di reato: rapina, contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti, danneggiamento e, in un caso, entrata e soggiorno illegale su territorio svizzero.