Home ESTERI L’editoriale-bonsai / Ti piace lo “spot” blascemo? Prova a farlo sull’Islam

L’editoriale-bonsai / Ti piace lo “spot” blascemo? Prova a farlo sull’Islam

214
0

“Spot” in onda sull’emittenza televisiva privata della vicina Repubblica: all’interno della chiesa di un convento, un gruppo di aspiranti suore si mette in fila per accostarsi al sacramento della Comunione ma ad un certo momento, proprio mentre una novizia riceve la particola sulla lingua, celebrante ed astanti avvertono il rumore di uno sgranocchiamento; dietro ad un pilastro, infatti, c’è una suora che sta divorando patatine pescandole da un sacchetto. La campagna è legata al marchio “Amica chips” e, per l’ordinamento giuridico d’oltreramina, puzza di vilipendio – alle persone, se non alla religione non essendo più quest’ultimo un reato, in Italia – oltre che di violazione reiterata al “Codice di autodisciplina” della comunicazione commerciale; non è un caso se le proteste stanno fioccando, con non improbabili risvolti penali.

Scegliendosi qui a bottega di non entrare nel merito, ma avendosi un’opinione chiarissima circa l’imbecillità di certi creativi ed a proposito dell’idiozia di chi li paga per certe boiate a metà tra lo scemo ed il blasfermo e pertanto qualificabili come “blasceme”, siamo sicuri del fatto che le gentildonne ed i gentiluomini dell’agenzia “Lorenzo Marini group”, titolare della campagna, non incontreranno difficoltà tecnica alcuna o remora culturale-ideale-religiosa-ideologica (a scelta) nel costruire il prossimo “spot” delle “Amica chips” ridicolizzando un imam o un ayatollah nello svolgimento di qualche rito religioso, foss’anche la sola preghiera verso la Mecca. Al tema, per dovere di completezza dell’informazione, sono interessati i seguenti soggetti: Lorenzo Marini, direzione creativa; Artemisa Sakaj, “copywriter”; Ezio Campellone, direzione generale e “planning” strategico; Elma Golloshi. “account service”; all’occorrenza si dispone anche di nomi e cognomi del regista, del produttore esecutivo, del direttore della fotografia e del produttore.