Home REGIONI Fra due anni (ma fors’anche prima) il centro sportivo a Torricella-Taverne

Fra due anni (ma fors’anche prima) il centro sportivo a Torricella-Taverne

Lugano avrà anche una grande casa nel segno del futuro “Polo sportivo e degli eventi”, sempre che su tale tema il consenso popolare venga raggiunto (ed anche questo è argomento soggetto ad altro fatto); ciò non toglie che appena a nord ci sia chi si è mosso nella medesima direzione, diciamo a proporzioni in sedicesimo, e sul finire della legislatura abbia messo le basi per analogo progetto. Ad un vero e proprio centro sportivo potranno infatti accedere, da qui ad un massimo di due anni, primariamente gli abitanti di Torricella-Taverne, essendo tale progetto transitato in aula di Consiglio comunale nella serata di venerdì 21 marzo: con voto unanime il “via libera” al credito da 2.8 milioni di franchi per un’operazione che si affianca a quella della scuola dell’infanzia in fase di realizzazione e che sarà aperta dopo le vacanze estive, e di affiancamento si può parlare sia nei termini strategici (entrambi i “pacchetti” sono stati esaminati, adottati e messi sulla rampa di lancio nel corso della legislatura 2016-2020 giunta in proroga sino a parte del 2021) sia in contesto logistico (per entrambe le unità era stato individuato un sedime in zona Traversée, a fianco della sede della scuola elementare ed in prossimità del campo da calcio).

In sintesi le caratteristiche del complesso: superficie di poco inferiore ad un ettaro; pista omologata ed illuminata per lo “skating” (qui, del resto, operano con successo gli Eagles Vedeggio), spogliatoio seminterrato, pista da “pump track”, campo da calcetto con superficie in sintetico, terreno polivalente in asfalto per varie attività collettive (pallacanestro e pallavolo, ad esempio) ed utilizzabile anche quale area per manifestazioni (concerti, attività culturali, Carnevale) con il montaggio di capannoni mobili; infine, parco pubblico con aree “a verde” attrezzate per un 40 per cento circa dell’intera superficie. Diretta, e cioè in capo al Comune, la gestione. In immagine, il futuro centro sportivo di Torricella-Taverne.