Home ECONOMIA Ultimo trimestre, giù la Borsa svizzera. E l’Europa non fa di meglio...

Ultimo trimestre, giù la Borsa svizzera. E l’Europa non fa di meglio (ma New York sì)

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 21.46) In lieve recupero rispetto all’apertura, ma rimasta lontana da un’accettabile condizione di riaggancio alla linea, lo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo nella prima seduta dell’ultimo trimestre 2021: rilevazione finale a quota 11’575.37 punti (meno 0.58 per cento; in avvio – ore 9.06 – il minimo su 11’450.66 punti), “Compagnie financière Richemont Sa” (più 1.68 per cento) il migliore fra i tre soli titoli in cifra verde, demoralizzante il comportamento di “Abb limited” e di “Alcon incorporated” (meno 2.48 e meno 2.50 rispettivamente). Forti fibrillazioni, ma su entità non rilevanti, nell’allargato. Così sulle altre piazze primarie in Europa: Dax-30 a Francoforte, meno 0.68 per cento; Ftse-Mib a Milano, meno 0.27; Ftse-100 a Londra, meno 0.84; Cac-40 a Parigi, meno 0.04; Ibex-35 a Madrid, più 0.04. Buona reazione, per contro, da New York, con margini utili fra lo 0.89 e l’1.65 per cento sugli indici di consueto riferimento. In discesa a 107.91 centesimi di franco il cambio per un euro; 93.07 centesimi di franco per un dollaro Usa; a 44’550.95 franchi il controvalore teorico di un bitcoin.

Articolo precedente“Voci audaci”, sonorità e movimenti in un flamenco da concerto
Articolo successivo“Catena della solidarietà”, Michèle Volonté nuova delegata a sud delle Alpi