Home SPETTACOLI Giurati al “Giffoni film festival”, la scoperta dell’esperienza a… distanza

Giurati al “Giffoni film festival”, la scoperta dell’esperienza a… distanza

Partecipazione confermata e con entusiasmo non intaccato, ad onta della diversa modalità di svolgimento della manifestazione, da parte dei quattro giovani locarnesi “presenti” al “Giffoni opportunity”, denominazione scelta da quest'anno - dopo il percorso (2009-2019) quale “Giffoni experience” - per l'evento festivaliero del cinema per ragazzi che sin dal 1971 si svolge a Giffoni Valle Piana (Salerno, Italia): edizione particolarissima, da una parte per le restrizioni determinate da motivi di igiene e di profilassi anti-“Coronavirus”, dall'altra per la programmazione di eventi che è stata eccezionalmente estesa dai consueti 10-12 giorni all'intero periodo compreso tra la metà di luglio e la fine del 2020, ricorrendo il 50.o dalla fondazione della “kermesse”. Per forza di cose niente raduno collettivo tra i ragazzi di varie parti del mondo; per forza di cose niente contatto diretto con organizzatori, registi, attori e produttori; sempre per forza di cose, e tuttavia, ecco il tempo ed il modo di sperimentare un dialogo a distanza, sempre da giurati (categoria “Generator +16”) e sempre quali alfieri del messaggio che, a casa, viene riproposto di anno in anno dai membri del “Gruppo genitori Locarnese” e dai responsabili di “Cinemagìa”. Impegnativa l'opera di valutazione; sostanzialmente condiviso l'esito della sfida (miglior film, “Our lady of the Nile”; migllor cortometraggio, “Wilma”.