Home ESTERI Filo di nota / Stampa frettolosa uccide un’ex-ministra. Che sta benissimo

Filo di nota / Stampa frettolosa uccide un’ex-ministra. Che sta benissimo

46
0

Rosa Russo Jervolino, parlamentare di lungo corso (1979-2001) in Italia, già sindaca di Napoli (2001-2011) oltre che ultima presidente della “vecchia” Democrazia cristiana, prima presidente del Partito popolare italiano e prima donna a guidare il ministero dell’Interno, a Dio piacendo compirà 86 anni fra poco più d’un paio di settimane. Stamane, e tuttavia, quasi tutti i quotidiani italiani – nella consueta tempestività dell’“online” – e di fatto ogni emittente televisiva a copertura nazionale diedero Rosa Russo Jervolino per morta, con dedica di approfondimento (chiamasi “coccodrillo”, è la scheda già pronta in caso di decesso di un personaggio noto) ed ovviamente sgomitando per corredare la notizia con particolari più o meno fantasiosi. Non è il primo caso nella storia (per dire, Alfred Nobel ebbe modo di leggere il suo necrologio e di scoprire d’esser stato dipinto come un distruttore dell’umanità), ma si presume che oggi esistano strumenti basilari per una verifica. Più di tutto, spiace l’ipocrisia di quelli che ad un primo titolo pienamente assertivo (“È morta, non camminava più”) fanno ora seguire non un’onesta rettiifica (“Abbiamo preso una cantonata, ci scusiamo con i lettori e con l’interessata, a Rosa Russo Jervolino manderemo una torta per il compleanno”) ma una presa di distanza sul genere dell’essere la notizia stessa “(…) circolata questa mattina su tutte le principali testate giornalistiche nazionali e su tutte le agenzie di stampa” quand’invece “(…) sembrerebbe dunque non essere vera, come hanno fatto sapere i familiari della donna”. “Sembrerebbe”? E che è, semiviva, semimorta?

Previous articleMalgesso (Varese): infortunio sul posto di lavoro, morto un operaio
Next articleBellinzona e Locarno, Bibliocantonali aperte al pubblico anche il lunedì