Home SPORT Calcio Dna / Tonico e spietato, è un Lugano da trasferta vincente

Calcio Dna / Tonico e spietato, è un Lugano da trasferta vincente

Non si sta a guardare troppo per il sottile, quando si vince lasciando che siano gli avversari a dannarsi l’anima. Ed è quel che Mattia Croci-Torti neoallenatore “ufficiale” del Lugano, ben memore delle esperienze maturate da agonista sul campo, per 90 e più minuti ha predicato oggi a Lucerna, portando i suoi ad un successo messo per bene in cantiere nel solo primo tempo, 3-1 il parziale con reti di Abubakar Asumah (3.o) e doppietta di Celar Zan (35.o e 45.o), di mezzo il provvisorio 1-1 ad opera di Filip Ugrinic (21.o); più che avvicinarsi con il rigore trasformato da Dejan Sorgic al 72.o, difatti, i padroni di casa non hanno potuto fare, perché ad un controllo-palla nella misura del 62 per cento hanno corrisposto sette tiri a fronte di otto, il che rappresenta sostanziale equilibrio nelle possibilità avute. Occhio elettronico in azione per due volte: a convalida del goal di apertura, ed al 41.o su un tocco di mano che ad avviso dei lucernesi sarebbe avvenuto in area bianconera ed invece no. Notazione per mera statistica: degli otto calci d’angolo a favore del Lucerna, sei a partire dall’81.o e tutti ben infruttiferi. Gli altri risultati: Youngboys-San Gallo 2-1 (ieri); Servette-Losanna 1-1 (ieri); Basilea-Zurigo 3-1 (oggi); Grasshoppers Zurigo-Sion 3-1 (oggi). La classifica: Basilea 18 punti; Youngboys, Zurigo 14; Servette 12; Lugano 11; Grasshoppers Zurigo 10; Sion 9; San Gallo 6; Lucerna, Losanna 4 (Youngboys, Lugano una partita in meno).

Articolo precedenteCalcio Dnb / Inciampo Xamax, di rincorsa sei squadre in tre punti
Articolo successivoVotazioni federali: passa il “matrimonio per tutti”, Ticino spaccato