Home CRONACA Stabio frazione San Pietro, assalto alla “Tamoil”: Bonnie & Clyde in fuga

Stabio frazione San Pietro, assalto alla “Tamoil”: Bonnie & Clyde in fuga

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.54) Otto giorni addietro il colpo alla stazione di servizio “Eni-Piccadilly” di via Marcetto a Novazzano, frontiera sul Comasco; non meravigli la reiterazione dell’atto predatorio, nelle forme della rapina propriamente detta, oggi in frontiera sul Varesotto, zona di via Dogana a Stabio frazione San Pietro verso Clivio. Bersaglio dell’assalto, compiuto da una coppia di malviventi alle ore 16.24 circa, il distributore a marchio “Tamoil”; unica buona notizia il fatto che non vi sono stati feriti nonostante uno dei due banditi fosse armato. Dinamica ricostruita: i due giungono sul piazzale della stazione di servizio a bordo di una vettura di colore nero; scende la donna, che si fa aprire la porta del punto-vendita annesso alle pompe di benzina, e sùbito dopo sopraggiunge l’uomo. Per tutta reazione, la commessa ed il proprietario della stazione di servizio si danno alla fuga uscendo dalla porta sul retro e mettendosi al sicuro; a quel punto i rapinatori hanno campo libero e puntano sulla cassa che viene svuotata. A seguire: esfiltrazione con la stessa auto, che immediati accertamenti di indagine grazie alla targa riveleranno essere stata rubata in Italia, direzione il valico di San Pietro di Stabio su Clivio e, da lì, presumibile sganciamento verso Varese o sulla Valceresio.

Alle operazioni di ricerca stanno cooperando le autorità italiane. Elementi utili per l’individuazione dei malviventi: primo soggetto, uomo, altezza 185 centimetri di altezza, volto travisato, giacca nera con cappuccio tipo “parka”, scarpe nere da ginnastica; secondo soggetto, donna, statura piccola, corporatura magra, volto travisato con una mascherina di colore nero, felpa a più colori, “leggings” neri. Sul versante ticinese, impegnati agenti di Polcantonale, Polcom Mendrisio e Polcom Stabio.

Articolo precedenteAscona, al “Teatro del gatto” l’orchestra… individuale di Adam Ben Ezra
Articolo successivoUltimo “round” di ottobre, “radar” a pioggia sul Luganese