Home CONFINE Polizia di Stato settore Luino, sul confine 1’200 controlli in un mese

Polizia di Stato settore Luino, sul confine 1’200 controlli in un mese

Una media di cinque posti di controllo ogni giorno, 154 in tutto, sulle principali arterie stradali a ridosso dei valichi con la Svizzera: numeri rilevanti, tanto più perché accompagnati alla verifica di identità – e di eventuali reati commessi o in flagranza – su oltre 1’200 persone, quelli che si accumulano nello stato di servizio degli agenti della Polizia italiana di Stato con riferimento al settore Polizia di frontiera di Luino e nel solo mese di gennaio 2020. Rilevante l’attenzione data al ccontrasto dei fenomeni di immigrazione clandestina; di una settimana fa ed in piena notte, ad esempio, il fermo di un 22enne sedicente tunisino che, a bordo di una vettura con targhe svizzere, si stava dirigendo verso il Ticino puntando sul superamento del confine a Lavena-Ponte Tresa o, con maggior probabilità, attraverso uno dei valichi impresenziati; il giovane era tuttavia privo di documenti e, stando a prime valutazioni, non avrebbe saputo fornire spiegazioni né circa la sua presenza nella zona né circa il trovarsi su un’auto immatricolata nel territorio della Confederazione elvetica. In quanto risultato clandestino su suolo italiano, il 22enne è stato denunciato per immigrazione clandestina e per lui sono scattate le procedure amministrative di espulsione.