Home CONFINE Marijuana a pacchi sul filo della frontiera: maxisequestro, un arresto

Marijuana a pacchi sul filo della frontiera: maxisequestro, un arresto

Marijuana in 126 buste per un peso lordo di oltre 100 chilogrammi è stata sequestrata nelle scorse ore da effettivi della Guardia italiana di finanza, compagnia di Olgiate Comasco (Como), a chiusura di osservazione e di identificazione svolte sulla dorsale tra i boschi del Comasco, a ridosso della frontiera con il Ticino, e la limitrofa area della provincia di Varese. Tra Rodero (Como) e Cantello (Varese), in piena prossimità dei valichi, lo sviluppo e la conclusione dell’attività investigativa, suscitata quest’ultima – così attestano fonti interne – dal transito di un furgone con targhe di una provincia della Sardegna: furgone all’apparenza semivuoto, nel vano di carico solo due putrelle per l’edilizia, ma che nel doppiofondo (bloccato da sofisticatissimo dispositivo) ospitava il carico di sostanze stupefacenti ben rilevate dai cani antidroga del gruppo Guardia di finanza in Como frazione Ponte Chiasso. Sul mercato, in spaccio a minuto, la marijuana avrebbe reso un equivalente fra i 500’000 ed i 600’000 franchi. Ignota l’effettiva destinazione del carico; sta di fatto che, all’interno dell’edificio in cui il veicolo è stato infine fermato, sono stati trovati altri stupefacenti e quanto necessario per il confezionamento di pacchi più piccoli e dosi. Il conducente del mezzo, un 39enne di passaporto italiano, è stato tratto in arresto; denunciato a piede libero il proprietario dell’abitazione.