Home CONFINE Gallarate (Varese): coltello, ascia e “machete” per questioni di droga

Gallarate (Varese): coltello, ascia e “machete” per questioni di droga

Sempre più “calda” la piazza della droga di Gallarate, snodo ferroviario tra Milano e Varese con sviluppo su Stabio e Mendrisio ma anche terminale effettivo della linea per Luino e per il Gambarogno, e quindi mercato di riferimento per spacciatori anche dal medio e dal grosso cabotaggio. Proprio una questione legata al traffico ed alla consegna di roga è all’origine dell’aggressione che due uomini, 39 e 46 anni rispettivamente, hanno tentato nel pomeriggio di martedì scorso – solo nelle scorse ore, ad accertamenti esperiti, l’informativa da fonti giudiziarie – ai danni di un gruppetto di sudamericani nella zona del parco di via Egidio De Magri, con inseguimento ad armi bianche spianate; il regolamento di conti, destinato a sfociare in fatto di sangue, è stato interrotto dall’arrivo di agenti del vicino commissariato di Pubblica sicurezza.

I due soggetti – nazionalità non resa nota, domiciliati l’uno a Venegono Superiore e l’altro a Gallarate – sono stati fermati e si trovano ora sotto denuncia (ma in stato di libertà) con addebiti quali la minaccia aggravata dall’uso delle armi, coltello in un caso, “machete” nell’altro. Ricercato un terzo uomo, dileguatosi prima dell’arrivo degli agenti e che si sarebbe servito di un’ascia, arrivando a minacciare altre persone. Nelle mani degli inquirenti è finito un coltello (nella foto), “verosimilmente utilizzato” durante il tentativo di aggressione.