Home POLITICA Percorso post-covidiano, enti locali verso lenta.. riattivazione

Percorso post-covidiano, enti locali verso lenta.. riattivazione

Ci vorrà ancora un pezzo (ma tranquilli, pochi hanno l’acqua sul fuoco) prima che gli enti locali possano tornare ad un’operatività significativa: pur in modifica di precedente decreto esecutivo, da Palazzo delle Orsoline in Bellinzona non sono infatti giunti atti tali da imporre o da consentire atti rilevanti ai responsabili degli enti locali, anch’essi fermati dai provvedimenti in risposta all’epidemia da Covid-19. Applicazioni con decorrenza da oggi, lunedì 20 aprile: a) per altre cinque settimane, e dunque sino a lunedì 25 maggio compreso, sospensione dello svolgimento dei Legislativi comunali in seduta pubblica. In caso di assoluta urgenza, le autorità municipali potranno continuare a disporre gli interventi necessari su oggetti di competenza del Legislativo, giungendo a chiedere la ratifica ad avvenuta conclusione dello stato di necessità; b) facoltà di sedute a distanza per i lavori delle commissioni dei Legislativi, analogamente a quanto è concesso ai Municipi. Saranno da applicarsi tuttavia le modalità decisionali e di verbalizzazione previste nel testo della Legge organica comunale, con garanzia di riservatezza, sicurezza ed integrità dei dati; c) prorogato a lunedì 8 giugno il termine per lo svolgimento delle sedute costitutive dei Comuni con elezioni tacite; d) posticipato a martedì 30 giugno il termine di fissazione del moltiplicatore comunale per l’anno in corso; e) sospesi sino a domenica 31 maggio i termini per la raccolta-firme riguardanti iniziative comunali in corso e per la presentazione delle domande di “referendum” in corso; f) le attività ordinarie negli àmbiti amministrativi restano sospese fino a domenica 26 aprile e limitate ai compiti essenziali e necessari per il buon funzionamento; ripresa da lunedì 27 aprile, dunque, sempre in modalità graduale. I testi completi dei decreti esecutivi sono pubblicati sul sito “web” del Cantone.