Home ESTERI Bastardi inside / Anche i Governi lacrimano. “Interpretando” i cittadini

Bastardi inside / Anche i Governi lacrimano. “Interpretando” i cittadini

Nell’annunciare la prossima regolarizzazione di circa 600’000 clandestini su suolo nazionale, la ministra italiana Teresa Bellanova – titolare delle Politiche agricole-alimentari-forestali – si è prodotta in un pianto a telecamere spianate sul suo volto, tale e tanta era la commozione da manifestarsi per simile risultato. Già sindacalista Cgil, già eletta con il Partito democratico, già fuggita verso i marginalissimi lidi della renziana “Italia viva” il cui capo annuncia possibili abbandoni del Governo ogni tre ore e dissenso dal presidente del Consiglio ogni tre minuti, Teresa Bellanova ha dunque riprodotto un comportamento tenuto dall’ex-ministra Elsa Fornero, sul finire del 2011 ossia quand’ella trovavasi a capo del ministero del Welfare e dovette dichiarare che l’autorità politica nazionale stava per mettere le mani nelle tasche dei pensionati. Differente il contesto, differenti le decisioni assunte, un fatto tuttavia coincide: nell’occasione, entrambe hanno pienamente rappresentato i cittadini, di cui hanno soltanto anticipato le lacrime.