Home SPORT Hockey Nl / Lugano, infermeria da paura: kappaò due portieri su tre

Hockey Nl / Lugano, infermeria da paura: kappaò due portieri su tre

Un doppio messaggio di questo genere, nel momento in cui alla squadra servirebbe ogni energia soprattutto in difesa, ha il potere di raggelare sangue e cuore ai tifosi dell’Hockey club Lugano: sia Niklas Schlegel, 27 anni, da Zurigo, sia Davide Fadani, 21 anni fra una settimana, da Milano, svizzero titolare anche di passaporto canadese il primo ed italiano con licenza elvetica, entrambi in ruolo di portieri, sono da considerarsi fuori gioco per un minimo di sei e più probabilmente per otto settimane. Per quanto riguarda Niklas Schlegel, iersera a Zugo infortunio dopo 180 secondi esatti ed ora la certezza della lesione agli adduttori della coscia sinistra, come da riscontro su esami strumentali; circa Davide Fadani, che sabato era stato in pista con i BiascaTicino Rockets a Visp, evidenza di rottura del menisco su distorsione del ginocchio destro, ergo ferri con intervento in programma fra qualche giorno e, nella prospettiva della certa guarigione, una lunga convalescenza. Quadro conseguente: da qui ad almeno metà marzo, così stanti le cose, disponibilità limitata a Leland Irving (che è canadese, e dal cui utilizzo consegue la riduzione del pacchetto-stranieri negli altri reparti; “record” 1-5 con il Lugano ed 1-0 con i BiascaTicino Rockets), a Thibault Fatton (“record” 4-2-1 con il Lugano e 0-1 con i BiascaTicino Rockets) ed a Gabriel Crivelli (è l’estremo degli “Under 20-élit” in bianconero, esperienza ovviamente prossima allo zero nel mondo “pro”).

Articolo precedenteErsigen (Kanton Bern): Autolenker im Spital verstorben
Articolo successivo“Gehri rivestimenti”, mezzo secolo di innovazione… quotidiana