Home CRONACA Covid-19 in Ticino, cure intense per 13. Vaccinazioni, prima lista in Capriasca

Covid-19 in Ticino, cure intense per 13. Vaccinazioni, prima lista in Capriasca

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 12.14) Nessun sussulto degno di attenzione sul fronte covidiano, in Ticino, nel transito da ieri ad oggi. Di ritorno sugli “standard” consueti il numero dei nuovi contagi, 57, il triplo rispetto a quelli dichiarati nelle 24 ore precedenti; nei due mesi della terza ondata, la cui cesura è data a venerdì 5 marzo, 4’139 i casi per un totale di 32’328 positivi dall’inizio della manifestazione della pandemia. Invariati i decessi, 991, di cui 33 durante l’ultima fase; cinque gli ingressi in strutture nosocomiali, sette le dimissioni; i degenti sono pertanto 60, 13 dei quali in reparti di terapia intensiva. Al sei per cento su 560 tamponi effettuati l’incidenza dei positivi (riscontro di giovedì 29 aprile); 443 le persone in isolamento (a venerdì 30 aprile), 759 quelle in quarantena (idem). Ferma sul 12 per cento la quota dei vaccinati “totali”; 121’225 le dosi somministrate. Un solo caso di contagio nel sistema delle residenze per anziani.

Esaurita nel frattempo, e sino a tutta domenica 9 maggio, la facoltà di prenotare appuntamenti nei quattro centri vaccinali attivi su territorio cantonale; 3’326 persone in lista di attesa all’unità di Bellinzona quartiere Giubiasco (“Mercato coperto”, vaccino “Pfizer-BionTech”), 2’706 persone in lista di attesa all’unità di Locarno (“Palazzetto Fevi”, vaccino “Moderna”), 5’666 persone in lista di attesa all’unità di Lugano (“Padiglione Conza”, vaccino “Moderna”) e 2’998 persone in lista di attesa all’unità di Mendrisio (“Mercato coperto”, vaccino “Moderna”); 55 sono inoltre i soggetti già prenotatisi per accedere all’unità in Capriasca frazione Tesserete, struttura che sarà inaugurata martedì 11 maggio quale supporto al Luganese (anche qui, somministrazione del vaccino “Moderna”).