Home CULTURA Alla “ConsArc” i viaggi interiori nelle immagini di Alessandra Calò

Alla “ConsArc” i viaggi interiori nelle immagini di Alessandra Calò

57
0

Prende il nome dal protagonista di “Confessioni di una maschera”, autore Yukio Mishima, l’impresa fotografica ultima che la 45enne Alessandra Calò da Taranto in Reggio Emilia s’appresta a fissare negli ambienti della “ConsArc-galleria” di via Francesco Borromini 2 a Chiasso (ingresso da via Grutli) sotto il titolo “Kochan”, domenica 27 novembre il “vernissage” (ore 11.00-17.00), domenica 19 febbraio la conclusione, pausa per festività dalla vigilia di Natale a sabato 10 gennaio compreso. Il progetto fotografico, come spiega l’autrice, ebbe inizio nel 2016, contestualmente alla scoperta dell’avvenuta pubblicazione di parte dei documenti di archivio dello stesso Yukio Mishina; da qui l’ideazione di nuovi universi ed il racconto di nuove storie, punto di partenza le carte geografiche lasciate ed alle quali Alessandra Calò ha scelto di affiancare una serie di autoscatti quali strumenti e nel contempo testimonianze delle tappe nell’esperienza umana. Apertura dal mercoledì al venerdì, ore 10.00-12.00 e 15.00-18.00; entrata libera. In immagine, Alessandra Calò.

Previous articleCalcio Dnb / Nove minuti infami, sconfitta cocente. Belli, che combini?
Next articleEvocazioni sinfoniche, ad Airolo la saga di Teodorico di Verona