Home CRONACA “Atgabbes” barricadiera. Per spiegare il punto di vista (suo) sui “tagli”

“Atgabbes” barricadiera. Per spiegare il punto di vista (suo) sui “tagli”

180
0

Incontro pubblico sul tema “Scuola speciale e progetti inclusivi”, con sottotitolo dai toni nemmeno velatamente polemici (“Sfide e opportunità nell’ombra con i tagli previsti dalla manovra finanziaria”), martedì 14 maggio alla “Casa del popolo” in Bellinzona, viale Stazione 31, inizio ore 20.00. Organizzazione sotto egida della “Atgabbes”, associazione operante sin dal 1967 a sostegno delle persone con disabilità – principalmente intellettiva – e delle famiglie di tali soggetti; al centro della serata, dichiaratamente a carattere informativo, “le conseguenze delle decisioni politiche” assunte quali elementi del Preventivo 2024 del Cantone – elementi approvati in sede granconsiliare – e pertinenti agli “àmbiti della pedagogia speciale” ed agli “enti che si occupano di bambini e ragazzi con bisogni educativi particolari”. Punti, a quanto consta, oggetto di comunicazioni pregresse e poste a due riprese all’attenzione dei membri della Commissione granconsiliare gestione, ma – sempre standosi alle valutazioni che i vertici “Atgabbes” pongono a corredo della presentazione della serata – senza il beneficio dell’ascolto. I relatori dell’incontro: Roberto Roncoroni quale direttore della “Fondazione Otaf”, Cosimo Mazzotta quale presidente della “Atgabbes”, Marina Carobbio Guscetti quale consigliera di Stato. Ingresso libero ma con prenotazione (telefono 091.9728878, “e-mail” all’indirizzo info@atgabbes.ch).