Home CRONACA Covid-19 in Ticino, niente altri decessi. 11 in lotta sotto cure intense

Covid-19 in Ticino, niente altri decessi. 11 in lotta sotto cure intense

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 23.21) Ci dicono in linea tendenziale, i numeri, che allo scadere del corrente febbraio il Ticino avrà avuto 28’000 contagiati da “Coronavirus” e che serviranno ancora tempo, dedizione dei curanti e resistenza dei pazienti per uscire dalla sacca di quel che negli ospedali è oggetto della massima attenzione da un anno a questa parte. Buone notizie di giornata, sul fronte Covid-19, sono tuttavia l’assenza di altri decessi (le vittime restano 956, 606 delle quali nel contesto della seconda ondata della pandemia) ed il sostanziale equilibrio tra nuovi ricoveri (quattro) e dimissioni (sei), per effettivi 70 degenti in strutture nosocomiali; rimangono ancora 11 gli ospiti sottoposti a terapia intensiva. In linea con la media della settimana ultima anche il numero dei nuovi casi, 48 ovvero due ogni ora. Nessun aggiornamento circa l’incidenza dei positivi sul totale dei tamponi effettuati e sottoposti ad analisi di laboratorio (riferimento: martedì 23 febbraio, 683 “test”, tasso al sette per cento); su evidenze di ieri, 344 le persone sottoposte al regime di isolamento, 498 quelle cui è stata imposta la quarantena. Equamente fermi a mercoledì 24 febbraio i dati sul progresso della campagna di vaccinazione: 11’470 le persone cui è stata somministrata la prima dose, 12’019 sono invece quelle giunte al termine del trattamento, dunque 35’508 le dosi sino ad ora utilizzate. Di mero contorno, stante l’acclarata eradicazione del morbo, il triplo zero (niente morti, niente altri contagi, niente altri ricoveri) nel sistema delle residenze per anziani, laddove da lunedì saranno tra l’altro allentate alcune restrizioni.