Home CRONACA Stelle “Michelin”, il Ticino cresce ma perde una punta di diamante

Stelle “Michelin”, il Ticino cresce ma perde una punta di diamante

145
0

Due nomi interessanti in aggiunta, uno importantissimo che invece esce dal gruppo; alla contabilità, due riconoscimenti in più ma anche una in meno. In dolceamaro per il Ticino, da Losanna, l’odierno annuncio delle “stelle Michelin” per il 2024: a fianco dell’“Osteria Cuntitt” di Castel San Pietro e dell’“Osteria dell’enoteca” di Losone, entranti con una stella, viene a cadere il “Villa Principe Leopoldo” a Lugano, che nel consesso era entrato due anni addietro. La singola stella è confermata a cinque altre realtà, tre luganesi (“Meta”, “I due sud” e “The view fine dining”) e due sopracenerine (“Locanda Orico” a Bellinzona e “Locanda Barbarossa” ad Ascona); il primato virtuale di Ascona è ovviamente rafforzato dalla conferma delle due stelle all’“Ecco” ed alla “Brezza”. In immagine: a sinistra Heike Greco e Giuseppe Greco, titolari dell’“Osteria dell’enoteca” in Losone; a destra lo “staff” dell’“Osteria Cuntitt” di Castel San Pietro.

Previous articleComo cintura, presi gli spacciatori in Bmw. Per uno scatta l’espulsione
Next articleMilano, condannata per corruzione l’europarlamentare Lara Comi