Home CRONACA Colpo di stiletto / Celebrano il Ceneri. Ma si dimenticano dell’italiano

Colpo di stiletto / Celebrano il Ceneri. Ma si dimenticano dell’italiano

Dai punzoni della “Swissmint”, che è poi la zecca elvetica anglofonizzata e d’acchito continua a venirci semmai in mente la menta in quanto pianta, già ad inizio settembre uscirono le prime monete commemorative su quattro nuovi temi, tra cui l’inaugurazione della galleria di base al Monte Ceneri quale sezione a “completamento” della Nuova trasversale ferroviaria nota quale “AlpTransit”. Si dirà, da appassionati di numismatica, che il pezzo uscito dalle mani del grafico Remo Mascherini è tutt’altro che male al recto mentre dà la sensazione del vuoto pneumatico al verso; ma si vide di assai peggio, negli anni. Ci si domanda tuttavia per quale motivo, stante tra l’altro il prezzo indicativo di vendita della moneta (circa quattro volte il valore facciale; stiamo in effetti parlando di un prodotto da collezionisti), nello scarno foglietto di accompagnamento i testi siano stati editi in tedesco, in francese ed in… inglese, niente italiano e niente romancio. Per un’opera che fa perno sul Ticino, che di sicuro porterà qualche beneficio al Ticino ma che sino ad ora al Ticino è costata tanti e tanti disagi, non una bella figura.