Home CONFINE Tragedia a Como, sacerdote ucciso a coltellate da un senzatetto

Tragedia a Como, sacerdote ucciso a coltellate da un senzatetto

Come don Renzo Beretta, nel cui apostolato c’era il cuore per drogati, emarginati e persone provenienti da ogni angolo del mondo, nel gennaio di 21 anni or sono, per mano di un nordafricano a Ponte Chiasso, distanza di 200 passi dal confine di Chiasso-strada. Ed ancora a Como, stavolta nella zona di piazza San Rocco ovvero a breve distanza dal cimitero monumentale, un altro sacerdote è stato ucciso: sul 51enne don Roberto Malgesini, poco dopo le ore 7.00, si è abbattuta la mano di un “senzatetto con problemi psichici”, come indica una nota (“Assassinato questa mattina…”) sul portale della Diocesi di Como. L’uomo, che fonti locali indicano essere uno straniero e che avrebbe inferto una o più coltellate esiziali, si è costituito pochi minuti più tardi nella vicina caserma dei Carabinieri. Don Roberto Malgesini, che a Como operava nella parrocchia di san Bartolomeo, era originario di Cosio Valtellino (Sondrio) e da anni si occupava dell’assistenza ai bisognosi sulla strada, provvedendo di persona – e con l’ausilio di alcuni volontari – a distribuire cibo ed a cercare soluzioni in alloggi temporanei.