Home CRONACA Lugano: s’inchioda la “Sassellina”, fuga sotto il diluvio

Lugano: s’inchioda la “Sassellina”, fuga sotto il diluvio

Fuori programma in fascia di punta per il rientro dopo il lavoro, questo pomeriggio, dalle parti di piazza Cioccaro a Lugano: alle ore 18.31 e qualche secondo, quando il vagone della funicolare – la cosiddetta “Sassellina” – per le stazioni Ffs e Flp era già al limite della capienza, sosta forzata per un buon minuto e poi sospensione del servizio per blocco dell’impianto. La causa, secondo avviso dato per altoparlante, sarebbe da attribuirsi o all’imprudenza o alla necessità improvvisa – in verità, non riscontrata dagli utenti – di un passeggero che avrebbe premuto il pulsante di emergenza, determinando il fermo automatico del sistema e la necessità di un “reset” completo, con tempi di ripristino non pronosticabili. Breve attesa, poi porte spalancate ed ognuno per sé e Dio per tutti: o scarpinata sotto il diluvio – nuvole fantozziane diffuse, indi tuoni da temporale degno di tal nome – lungo la salita verso la cattedrale, o corsa verso la pensilina per dare l’assalto ad un confortevole “numero tre” verso Breganzona. Nella foto GdT, la funicolare abbandonata a sé stessa ma con regolari avvisi di partenza a succedersi ancora per alcuni minuti.