Home SPORT Hockey Terza lega / Gruppo 1-est: Ascona di slancio, il Nivo regge

Hockey Terza lega / Gruppo 1-est: Ascona di slancio, il Nivo regge

La tensione data dai rigori imposti dai ValleMaggia Rivers al Nivo (poi vittorioso) e la progressione dei ValleVerzasca Rivers sul Lodrino quali elementi di particolare interesse nel fine-settimana dell’hockey di Terza lega, gruppo 1-est, laddove si confermano sia il ruolo di primattore del citato Nivo (tre partite, tre successi) sia la solida impalcatura dell’Ascona peraltro previsto dominatore del “derby” siberiano con il Locarno. Lodrino e Locarno restano al palo. Degli Ascona Rivers il miglior attacco e la miglior difesa (media nove goal realizzati contro uno subito per incontro).

In Nivo-ValleMaggia Rivers 6-5, fuga dei padroni di casa sino al 3-0 (5.53, Nauel Pestoni; 10.45, Manuele Guscio; 13.56, Nico Jacocagni), indi due “power-play” sfruttati nello spazio di 21 secondi dalla pattuglia capitanata dal veteranissimo Andrea Cauzza (46 anni a gennaio…) con Gabriele Donati e Samuele Consonni (18.09 e 18.30 rispettivamente); disco al centro, immediato allungo dal bastone di Michel Grazioli (18.38); a seguire, doppio “shorthanded” consecutivo di Nicola Dalessi (22.56 e 28.18) per il 4-4, indi (30.00) sorpasso firmato da Samuele Consonni; ancora Nico Jacocagni (32.11, a cinque-contro-quattro) per il 5-5; ai rigori, risolutivo Mattia Merzaghi. A doppia cifra il successo degli Ascona Rivers sul Locarno: 11-1 con triplette di Dimitri De-Camilli e di Aris De Bernardi più singoli timbri di Nicolas Kocherhans, Devin Lorenzetti, Fabiano Adami, Corrado Knecht ed Elia Zoppi; onore salvato dai locarnesi con il rigore messo a segno da Michael Zucconi al 59.24, tra l’altro in inferiorità numerica; opportunità buona (e sfruttata) anche per suddivisione dei tempi di permanenza alla difesa della gabbia, 40 minuti per Aaron Terzi e 20 per Pierre Tomamichel (quasi sùbito a tabellino con un assist…) nelle file degli asconesi, 46.51 per Samuele Deluigi e 13.09 per Fabrizio Zurmühle Meyer – in pista pertanto a 58 anni – sull’altro versante.

Ultimo capitolo per… plauso ed incoraggiamento al Lodrino, di fatto sullo stesso piano dei ValleVerzasca Rivers per oltre tre quarti d’ora sul cronometro cioè sino a quando hanno retto le gambe dei soli 10 uomini di movimento a disposizione di Manuel Saglini, 44enne sulla panca da luglio e con significativa esperienza discatoria sia in pista (tappe fra Seconda e Quarta lega, dal Renens all’allora ValleMaggia2, dal Vallorbe al Lodrino ed in ultimo al Blenio) sia alla transenna (con gli “Under 17-top” dell’AmbrìPiotta, ma anche con gli amatori del Lokomotiv Centvài); tripletta di Sebastiano Ghiggi, doppietta di Danilo Gianettoni e singole reti di Amos Rossetto, Eros Martini ed Emanuele Gayer per i padroni di casa in confronto rimasto a lungo sul 4-3 e chiuso sull’8-4 con quattro timbri di fila fra il 46.38 ed il 58.04; ospiti sull’1-1 con Nicola Brocco (6.35), sul 3-4 grazie a Diego Giovanoli ed a Jarno Bionda (36.07 e 38.45) ed in ogni caso fieri nel saldare una doppia superiorità numerica ad 11 secondi dall’ultima sirena (Miro Ceresa).

La classifica – Nivo 8 punti; AsconaRivers 6; ValleVerzascaRivers 4; Blenio 3; Cramosina 2; ValleMaggiaRivers 1; Lodrino, Locarno 0 (Nivo tre partite disputate; Ascona Rivers, ValleVerzasca Rivers, Blenio, ValleMaggia Rivers, Lodrino, Locarno due; Cramosina una).

Articolo precedenteRega-Helikopter flogen am Wochenende rund 90 Einsätze
Articolo successivoStabio, neo18enni al primo confronto con la dimensione civica