Home CULTURA “Endorfine festival”, salta l’appuntamento più atteso (e più discusso)

“Endorfine festival”, salta l’appuntamento più atteso (e più discusso)

Non ci sarà, all’“Endorfine 2020” in Lugano, quello che era atteso come “clou” dell’evento, vero e proprio “festival” del pensiero: l’ex-brigatista Adriana Faranda, 70 anni, che coorganizzò a Roma il tragico rapimento di Aldo Moro al tempo presidente della Democrazia cristiana e reduce dall’aver guidato cinque Esecutivi nazionali, ed Agnese Moro, 68 anni, figlia di Aldo Moro, hanno dato “forfait” con una comunicazione a Roberta Nicolò, direttrice della “tre giorni” luganese, solo nelle scorse ore. Durante la presentazione della “kermesse”, oggi nella sala del Consiglio comunale a Palazzo civico in Lugano e presente Marco Borradori sindaco, è stato espresso “rammarico” per una rinuncia che sarebbe stata dettata – così nella nota-stampa diffusa – “a causa della ripresa dell’epidemia da Covid-19” (non consta, ndr) e da una presunta e conseguente “impossibilità (…) di affrontare la trasferta fino a Lugano”. Agnese Moro e Adriana Faranda, secondo prima indicazione, si sarebbero dovute confrontare sul tema della giustizia riparativa; inevitabile, nell’osmosi con i partecipanti all’incontro, sarebbe tuttavia stata un’indagine sul pregresso, ricostruzione storica fondamentale – tanto di più davanti ad un pubblico non italiano – ma sulla quale Adriana Faranda, in precedente occasione, aveva glissato.

Restano dunque in cartellone tre dei quattro appuntamenti (ma gli organizzatori affermano di essere all’opera per un’integrazione del programma), tutti al “Parco Ciani”: venerdì 11 settembre, ore 21.15, conferenza di Roberto Burioni sul tema “Il virus che ha cambiato il mondo”, introduzione e dialogo con Sergio Savoia; sabato 12 settembre, ore 16.30, confronto sulla giustizia riparativa in materia di trattamento dei responsabili di reati sessuali, ospiti Paolo Giulini e Francesca Garbarini, moderatrice ed interlocutrice Roberta Nicolò; domenica 13 settembre, ore 11.00, confronto in materia di lotta alla criminalità organizzata, ospiti la giornalista Dina Lauricella e l’ex-procuratrice Carla Del Ponte, dialogo e conduzione di Sacha Dalcol. Ingresso gratuito, obbligatoria la prenotazione con registrazione sul sito InterNet www.endorfine.site.

Nella foto: Adriana Faranda ed Agnese Moro durante l’incontro al “Festival francescano” di Bologna, nel 2019.