Home CONFINE Accuse (gravi) dalla Svezia, 27enne arrestato a Campione d’Italia

Accuse (gravi) dalla Svezia, 27enne arrestato a Campione d’Italia

Tratta di esseri umani, istigazione alla prostituzione, sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento della prostituzione: quattro accuse come macigni, quelle all’oggetto di un mandato europeo di arresto che effettivi dell’Arma dei Carabinieri in Campione d’Italia (Como) hanno eseguito nel tardo pomeriggio di ieri a carico di un 27enne residente proprio nell’“enclave”. Da assai lontano – Stoccolma, Svezia – gli addebiti contestati al giovane, all’anagrafe Malik Mauriello, doppia nazionalità svizzera e francese, figura nota anche in Ticino per altra tipologia di attività; i fatti sarebbero avvenuti tra aprile e maggio, nei pressi di un bar l’identificazione del soggetto, a carico del quale figura una condanna al carcere per 16 mesi su furto con destrezza (derubricazione da primaria accusa per rapina) e violenza sessuale (riconosciuta nella forma lieve) con sentenza da rito abbreviato emessa nel giugno 2014, a distanza di oltre due anni da fatti commessi proprio a Campione d’Italia. Una volta espletate le formalità di rito, il 27enne è stato trasferito al carcere “Bassone” di Como e messo a disposizione della magistratura.