Home CRONACA “Coronavirus”: corsa alle vaccinazioni, si accorciano le liste di attesa

“Coronavirus”: corsa alle vaccinazioni, si accorciano le liste di attesa

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO, ORE 13.24) Nell’attesa del punto che sarà fornito questo pomeriggio da Palazzo delle Orsoline in Bellinzona, dovendosi anche definire le strategie funzionalmente tanto alla situazione epidemiologica quanto all’esigenza di geometrie variabili e adattabili secondo circostanza, stato dell’arte secondo previsioni nelle strutture deputate alla somministrazione dei vaccini anti-“Coronavirus” in Ticino (ora quattro, essendo state chiuse le iscrizioni sia al “Fevi” di Locarno sia al “Centro protezione civile” di Capriasca frazione Tesserete per programmata rimodulazione delle risorse). Meno di 19’000 le persone prenotatesi ed in attesa di trattamento, come da riepilogo alle ore 8.30 di oggi:

– Bellinzona quartiere Giubiasco (“Mercato coperto”), vaccino “Pfizer-BionTech”, appuntamenti esauriti sino a domenica 27 giugno: 7’564 persone in lista, tempo di attesa stimato sino a tre settimane, Sms con i prossimi appuntamenti a partire da mercoledì 23 giugno, raccomandata l’iscrizione a Biasca;

– Biasca (stabile ex-“Nickelmash Ag”), vaccino “Moderna”, appuntamenti esauriti sino a giovedì 24 giugno; 2’671 persone in lista, tempo di attesa stimato fino a 10 giorni, Sms con i prossimi appuntamenti a partire da lunedì 21 giugno;

– Lugano (“Padiglione Conza”), vaccino “Moderna”, appuntamenti disponibili esauriti sino a sabato 26 giugno; 5’442 persone in lista, tempo di attesa stimato sino a due settimane, Sms con i prossimi appuntamenti a partire da lunedì 21 giugno;

– Mendrisio (“Mercato coperto”), vaccino “Moderna”, appuntamenti disponibili esauriti sino a domenica 20 giugno; 3’042 persone in lista, tempo di attesa stimato sino a due settimane, Sms con i prossimi appuntamenti a partire da domani, sabato 19 giugno.

Articolo precedenteCovid-19, la “normalità” ticinese: tre degenti, cinque nuovi casi
Articolo successivoSussurri ‘ndranghetisti, in manette un italiano residente a Grancia