Home REGIONI “Camelie Locarno”, più di 12’000 presenze per il “record”

“Camelie Locarno”, più di 12’000 presenze per il “record”

Dell’essere i numeri piuttosto elevati si aveva la sensazione; della conferma di tali cifre, che costituiscono un nuovo primato per l’evento (“Addirittura oltre i dati dell’edizione 2008, che si era tenuta nel pieno della Pasqua”), si incarica oggi Daniele Marcacci, presidente della “Società svizzera della camelia”, realtà sotto la cui egida è andata in scena – e passa ora agli archivi – la 22.a “Camelie Locarno”. “Risultato storico ed oltre le previsioni”, al netto dell’essere i consuntivi non tutti chiusi. Elementi precipui di soddisfazione: la presenza di turisti giunti da tutta la Svizzera a fianco dei visitatori locali, ed inoltre l’afflusso di italiani, germanici ed asiatici. Motivi dell’“exploit”: meteo eccezionalmente favorevole da una parte, ampiezza della rassegna (suddivisa nella circostanza in vari punti del parco) dall’altra. “Abbiamo interpretato al meglio il desiderio di bellezza di tanti ospiti”, è il commento di Fabio Bonetti, direttore dell’ente “Ascona-LocarnoTurismo”. Per il “bis”, aspettare un anno: edizione numero 23, da mercoledì 25 a domenica 29 marzo 2020.