Home SPORT Calcio Dna / Lugano utilitaristico, capolista fermata sul giro di boa

Calcio Dna / Lugano utilitaristico, capolista fermata sul giro di boa

0-0 privo di emozioni, questo pomeriggio, davanti agli occhi dei 3’062 spettatori in quel di Cornaredo per salutare l’arrivo al giro di boa della stagione 2019-2020 nel calcio di Divisione nazionale A; desumesi facilmente l’evidenza di un incontro in cui poco hanno fatto sia Lugano sia Youngboys, quest’ultimo sceso in Ticino da capolista con minimo margine sul Basilea e ripartito sì verso Berna senza particolare gloria, ma a vantaggio raddoppiato causa contestuale sconfitta dei renani. In cronaca, memorabili solo un tiro per parte, ché questo si vide nello specchio delle due porte; un paio di parate scaldamani, secca (7-1) ma inutile prevalenza degli ospiti nei calci d’angolo, palle inattive non sfruttate; rilevanti le assenze di Fabio Daprelà e di Marco Aratore per squalifica, aggiungansi all’elenco sei infortunati (tra cui Jonathan Sabbatini, Alex Gerndt e Mattia Bottani) ed un ammalato, e si capirà che più di questo non era da aspettarsi sul fronte d’attacco. Gli altri risultati: San Gallo-Zurigo 1-3; Servette-Thun 2-1; Lucerna-Basilea 2-1; Sion-NeuchâtelXamaxSerrières 1-1. La classifica: Youngboys 38 punti; Basilea 36; San Gallo 35; Zurigo 30; Servette 27; Lugano, Sion 21; Lucerna 18; NeuchtelXamaxSerrières 14; Thun 9.