Home ECONOMIA Quasi tutti di buon passo, “Swiss market index” in odore di quota...

Quasi tutti di buon passo, “Swiss market index” in odore di quota 11’000

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 20.11) Il significativo ritorno del denaro su titoli dalla sicura solidità (“Lonza group Ag”, più 1.47 per cento; “Novartis Ag”, più 1.44), oltre che sul sempre interessante “Partners group holding Ag” (capofila di giornata, più 2.83), fra i fattori che hanno contribuito oggi a spingere lo “Swiss market index” della Borsa di Zurigo verso consistente guadagno (più 0.71 per cento a quota 10’944.48 punti). In buona posizione anche “Givaudan Sa”, con guadagno superiore alla figura intera. Pochi i titoli sotto la linea (“Swiss life holding Ag” il peggiore, meno 0.57); curioso il comportamento del valore “Credit Suisse group Ag”, brillante all’avvio sino a strappare un margine utile superiore al due per cento e poi, scontati sia l’interesse per i dati finanziari pubblicati sia il rischio di scorie tossiche dovute alla liquidazione della anglostatunitense “Greensill capital”, rifluito ad una limatura nell’ordine dello 0.29 per cento. “WiseKey international holding Ag” (ramo sicurezza cibernetica ed affini, ieri il lancio di una piattaforma digitale sulle vaccinazioni) e “Tornos holding Ag” (ramo macchine utensili, tra l’altro con fresca celebrazione dei 10 anni di attività del centro ricerche) i dominatori nell’allargato, con progressi pari al 10.66 ed al 19.43 per cento rispettivamente. Riscontri dalle altre piazze europee: Dax-30 a Francoforte, più 0.66; Ftse-Mib a Milano, più 0.50; Ftse-100 a Londra, più 0.80. Incertezza a New York, con lievi scostamenti positivi per Nasdaq e S&P-500 e tenue flessione sul “Dow Jones”. In discesa a 110.1 centesimi di franco il cambio per un euro; 92.52 centesimi di franco sono sufficienti per un dollaro; in attestazione a 51’172 franchi circa il bitcoin.