Home CRONACA Scassinatori rumeni in trasferta, estradato in Ticino uno della “gang”

Scassinatori rumeni in trasferta, estradato in Ticino uno della “gang”

Specialisti, dicono le carte; specialisti in attività di nicchia, si precisa, perché puntavano di fatto sulle sole gioiellerie situate all’interno dei centri commerciali, con tecniche degne dei “Navy seals”. Bravini nell’esecuzione delle pratiche del loro mestiere, ma sull’intelligenza e sull’abilità di far sparire le tracce è meglio che si sorvoli; e, difatti, dopo complesso lavoro di indagine svolto in seno alla Polcantonale sono finiti tutti (o quasi; magari mancano all’appello alcuni collaterali nelle imprese criminose) in manette. Della “gang” dei rumeni mancava infatti all’appello uno tra i soggetti più importanti, ma anche per lui il cerchio si è chiuso ieri, quando ha avuto luogo la sua estradizione dalla Spagna: l’uomo, un 30enne con residenza ufficiale nel Paese d’origine, dovrà rispondere “in primis” di furto, danneggiamento e violazione di domicilio. Altri membri della banda erano finiti in stato di detenzione nei mesi scorsi. Inchiesta nelle mani della procuratrice pubblica Chiara Borelli.