Home CRONACA Italiano, quo vadis? / Ma sì, salviamolo. Per lo sforzo di fantasia

Italiano, quo vadis? / Ma sì, salviamolo. Per lo sforzo di fantasia

Tanterrime modalità riusciamo a concepire per una corretta sillabazione nell’invero perigliosa lingua italiana, laddove difatti allignano parole come hexakosioihexekontahexafobia e psiconeuroendocrinoimmunologia ed ancora sovramagnificentissimamente ed esofagodermatodigiunoplastica, chi voglia esercitarsi. Perplimente appar però per porti aperti la scelta adottata in nota catena della distribuzione moderna allorché trattossi d’affrontare l’aggettivo “croccante”; che infine fu spezzato così come si nota, e mal incoglie al cliente. Certo che la fantasia non mancò…