Home CRONACA “Gangs of Lugano” tra droga e minacce: cinque giovani in manette

“Gangs of Lugano” tra droga e minacce: cinque giovani in manette

Questioni di droga sullo sfondo di una vicenda inquietante – si pensi soltanto all’età dei soggetti coinvolti – sfociata mercoledì scorso (di questo pomeriggio l’informativa da fonti di ministero pubblico, magistratura dei minorenni e Polcantonale) nell’arresto di un 20enne, di un 19enne, di due 17enni e di un 16enne, nazionalità non rese note da fonte ufficiale, tutti con domicilio nel Luganese. Sui membri del gruppo, con differenti gradi di responsabilità (gli accertamenti sono in corso), gravano addebiti che vanno dalla minaccia alla coazione, dall’infrazione e dalla contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti all’infrazione alla Legge federale su armi, accessori di armi e munizioni, nel contesto di relazioni piuttosto aspre tra uno dei 17enni e gli altri giovani per presunti sgarri nella “gestione” dello spaccio. Accertato, in particolare, un episodio di minaccia ai danni del padre del ragazzo con tanto di “visita armata” (uno dei giovani imbracciava un fucile tipo “soft-air”) a domicilio. Il gruppo è stato individuato, identificato nei componenti e fermato con rapida indagine condotta da effettivi della Polcantonale appoggiati dai colleghi della Polcom Lugano. Inchiesta sotto coordinamento del procuratore pubblico Roberto Ruggieri e della magistratura dei minorenni; per il 20enne e per il 19enne è già stata disposta la convalida dell’arresto per decisione del giudice dei provvedimenti coercitivi. Dinamica dei fatti ed ampiezza del fenomeno di spaccio sono ancora oggetto di accertamenti.