Home REGIONI Fai “carpooling”? In frontiera c’è una corsia riservata per te

Fai “carpooling”? In frontiera c’è una corsia riservata per te

Idea ideona, per dirla tutta, non è: per questioni di spazio, per questioni di effettivo utilizzo presente e futuro (sapete qual è la media di occupazione di un veicolo da parte dei frontalieri? 1.14 persone per auto…), e perché le soluzioni “preferenziali” sono sempre soggette ad un nonsoché di discrezionale e di provvisorio. Si starà a vedere, ad ogni modo, e con curiosità: per mercoledì 3 aprile a Novazzano, zona valico in località Brusata, programmata la presentazione di quella che per il Ticino è la prima corsia riservata agli automobilisti in situazione di “carpooling” cioè in condivisione della vettura con altre persone, uno tra i minimi sforzi richiesti – ai frontalieri, per esempio – nel quadro dei progetti per sgravare fascia di confine e Mendrisiotto e Basso Ceresio dal gravame di un traffico assai poco fluido. Si sa tuttavia che il progetto è stato messo a punto di concerto tra vertici del Dipartimento cantonale territorio e Regione Lombardia, entrambi annunciati alla presentazione rispettivamente nelle figure di Claudio Zali consigliere di Stato e di Fabrizio Turba sottosegretario. Si può fare, certo; ma durerà?