Home SPETTACOLI “Dance the distance”, arte e coreografia da Lugano alla conquista del mondo

“Dance the distance”, arte e coreografia da Lugano alla conquista del mondo

Esordio in contesto straordinario (l’“Ars electronica garden” di Milano, vero e proprio “festival” dedicato alle dimensioni multimediali) quello annunciato per il progetto “Dance the distance” – o “DanceTheDistance” come vuole il titolo in forma grafica elaborata – della compagnia luganese “Avventure in elicottero prodotti-Aiep”, che con tale lavoro risultò vincitrice del bando di concorso “Close the distance” lanciato sotto egida della “Pro Helvetia”. La presentazione sabato 12 settembre, con inizio alle ore 19.00, sotto la guida degli “avatar” di un regista (Claudio Prati) e di una danzatrice-coreografa (Ariella Vidach) cui spetteranno l’onore e l’onere di accompagnare gli ospiti in una sala progettata “ad hoc” per l’illustrazione della ricerca sulla relazione tra corpo-tecnologia ed ambienti virtuali che è oggetto di una lunga storia di ricerca in seno alla Aiep. Varie le tappe previste, con inserimento via via di nuovi elementi: fra le date già certe, presenze a Lugano domenica 4 ottobre nel contesto del “Festival internazionale del teatro-Fit” e di nuovo a Milano, tra martedì 27 e giovedì 29 ottobre, quale evento di spicco nel programma per l’inaugurazione del “Meet digital culture center”. In immagine, Claudio Prati ed Ariella Vidach,