Home REGIONI Biasca, a passi misurati la riapertura del “Forte Mondascia”

Biasca, a passi misurati la riapertura del “Forte Mondascia”

Per cause di forza maggiore ed a tutti note, la stagione dei grandi eventi programmati è persa ed il servizio di ristorazione rimane chiuso. Ma al “Forte Mondascia” di Biasca, storica struttura difensiva convertita in museo militare, hanno scelto egualmente di rimboccarsi le maniche e di rimettersi in gioco: giovedì scorso, a distanza di quasi sei mesi dal blocco per pandemia da Covid-19 e dopo opera di adattamento alle norme di profilassi igienico-sanitaria ovvero funzionali alla garanzia del distanziamento sociale tra gli ospiti, la riapertura parziale ad opera del nutrito gruppo di membri dello “staff”. In fase di elaborazione un programma di… recupero per conferenze, incontri, mostre ed ovviamente visite guidate; valgono le limitazioni nel numero di presenze autorizzate, d’obbligo la prenotazione (“e-mail” all’indirizzo grossiosvaldo@ticino.com, telefono 079.4440223). In immagine, il gruppo di conduzione al “Forte Mondascia”.