Home CRONACA 2020 vs. 2019 (23) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

2020 vs. 2019 (23) / Stesso contesto, stesse frasi, senso opposto…

L’avrete notato: forse mai come in questo periodo si sono ribaltati senso, valore e percezione di un concetto o un pensiero corrente. Da qui una nuova rubrica temporanea per… accompagnarci durante il residuo periodo di quarantena da “Coronavirus”, vero e proprio spartiacque nei comportamenti (se non di tutti, almeno della maggior parte di noi). Oh, da prendersi alla leggera, puntata quotidiana dopo puntata quotidiana. Un semplice confronto, via, tra ieri ed oggi

*****

2019 – Bibliocabine, quale passione: “Bellissime, si incomincia a trovarne in ogni angolo, il meccanismo è più sicuro rispetto al “book-crossing”, e poi, sai, la disponibilità, a volte trovi persino titoli recenti o pezzi da mercatino dell’antiquariato, ah, ho riscoperto persino “Cime tempestose” che da ragazza proprio non potevo digerire, e sì, qualche volta le copertine sono rovinate ma l’importante sta nel poter leggere…”.

2020 – In prima uscita da periodo coronavirale: “Eh, parlando tanto delle distanze sociali ma si dimenticano di quanto sopravviva il Covid-19 sulle superfici… Possono anche dar fuoco alle bibliocabine, per quel che mi riguarda… Chissà quanti si sono contagiati toccando i libri…”.