Home POLITICA Opuscolo informativo con svista: si corregge, ma non si ristampa

Opuscolo informativo con svista: si corregge, ma non si ristampa

86
0

“Reddito” non è “sostanza”, e “sostanza” non è “reddito”: giusto dunque, per forma e contenuti, il reclamo pervenuto da Laura Riget (Partito socialista) circa quanto stampato nell’opuscolo informativo dedicato alla votazione cantonale culminante su domenica 9 giugno in materiale di riforma fiscale. Nelle scorse ore, l’errore è stato emendato sul testo reperibile in forma elettronica ma per comprensibili ragioni non sarà corretto con ristampa dell’opuscolo medesimo; la frase esatta è dunque “Imposta dovuta per il reddito massimo di ogni categoria” in luogo di “Imposta dovuta per la sostanza massima di ogni categoria”. Riportato alla realtà anche l’altro errore – altro e grave, questo sì – sull’entità delle aliquote di prelievo. Ad avviso di Palazzo delle Orsoline sponda Esecutivo, “sia dal testo di spiegazione dell’oggetto sia dal testo della modifica legislativa emerge in maniera chiara e inequivocabile che la votazione (…) si riferisce all’imposta sul reddito e non a quella sulla sostanza. Anche il dibattito pubblico in corso fa riferimento all’imposta sul reddito”, Dunque, questione risolta (e senza opposizione, a quanto consta).