Home SPETTACOLI Mendrisio, una “prima” con la viennese “Mnozil brass”

Mendrisio, una “prima” con la viennese “Mnozil brass”

Sette artisti dall’eccellente formazione (Conservatorio di Vienna), dalla notevolissima presenza scenica e dal repertorio amplissimo (varietà di lingua tedesca, opera, colonne sonore, “standard” della musica pop internazionale) nella “Mnozil brass” cui domenica 2 giugno spetterà l’inaugurazione delle attività collaterali alla quinta edizione della “Festa cantonale della musica” in Mendrisio, manifestazione sotto egida della “Civica filarmonica”. Originalità garantita, esperienza idem: il gruppo si costituì nel 1992 – con una tuba, tre tromboni e tre trombe – al “Café Mnozil”, dove gli allora sette studenti si ritrovavano dopo le lezioni, potendo contare sull’apporto di Thomas Gansch (tromba), Robert Rother (idem), Wolfgang Sohm (tromba), Leonhard Paul (trombone e tromba basso), Gerhard Fussl (trombone), Sebastian Fuchsberger (idem) e Wilfried Brandstötter (tuba); nel 2004 l’uscita di Wolfgang Sohm e e di Sebastian Fuchsberger, sostituiti il primo da Roman Rindberger (tuttora in formazione) ed il secondo da Ed Partyka (per un anno) e poi da Zoltan Kiss (tuttora in formazione). Spettacolo da sala, fiduciosi gli organizzatori – per voce di Lorenzo Imperiali, responsabile degli eventi collaterali alla “Festa cantonale della musica” – sul “tutto esaurito” al “Mercato coperto”, 900 i posti, un centinaio quelli rimasti in vendita, ore 20.30 l’inizio. In immagine, la “Mnozil brass”.