Home CRONACA Mendrisio, tragico contromano sulla A2: un morto, sei feriti, caos

Mendrisio, tragico contromano sulla A2: un morto, sei feriti, caos

(ULTIMO AGGIORNAMENTO E RIEPILOGO, ORE 21.21) Che cosa sia passato per la sua mente, quando ha invertito il senso di marcia, non sapremo mai; nella più logica delle ipotesi, egli pensava di trovarsi sulla Cantonale e non sulla A2. È infatti morto schiantandosi con la vettura contro il “guard-rail” di destra appena a sud dell’abitato di Mendrisio, sulla corsia di emergenza, il 92enne responsabile oggi di una serie di collisioni frontali dopo aver viaggiato contromano per almeno tre chilometri, centrando – due distinti gli episodi – quattro mezzi che stavano transitando regolarmente in direzione nord e sfiorandone decine; almeno sei, in séguito alla sola seconda serie di impatti, le persone rimaste ferite. Nulla da farsi invece per l’anziano, cittadino svizzero con domicilio nel distretto, che i soccorritori del “Servizio ambulanza Mendrisiotto” hanno trovato ormai cadavere.

I fatti, in sede di ricostruzione. Ore 17.33, A2, carreggiata verso Lugano: sempre in territorio comunale di Mendrisio, ma già in corrispondenza dell’abitato di Capolago, il 92enne effettua un’inversione di marcia senza causare danno nonostante il flusso veicolare non indifferente; la marcia, presumibilmente tra colpi di avvisatori acustici e di “bilux”, prosegue senza collisioni sino agli svincoli di raccordo tra A2 e A24, dove tuttavia nessuno riesce a far desistere l’anziano dal procedere. Appena oltre il ponte, sull’approssimarsi della direttrice in uscita verso la frazione Rancate, primo doppio urto; i guidatori delle auto coinvolte, tuttavia, sterzano all’ultimo e riescono ad evitare la peggio, tanto che i loro mezzi riporteranno soli danni materiali. Assai più violenti il terzo ed il quarto impatto, l’uno a distanza di una manciata di secondi dall’altro: vetture semisquarciate, quella del 92enne è ormai priva di controllo e difatti, come indicato, andrà ad arrestarsi solo contro il guidovia.

Imponente il dispositivo di sicurezza e di assistenza attivato in compartecipazione tra operatori di vari enti: sul posto pattuglie di Polcantonale e Polcom Mendrisio, Pompieri di Mendrisio, i citati medici e paramedici Sam, ed ancora una squadra di addetti del “Centro manutenzione Unità territoriale 4” in Lugano frazione Noranco; i tre feriti della terza auto ed i tre feriti della quarta auto hanno ricevuto assistenza medica. Nell’impossibilità di procedere alle operazioni di soccorso in presenza di traffico veicolare, dalla cabina di comando è stata decisa la chiusura del tratto in direzione nord a partire dal valico doganale di Chiasso-Brogeda e sino agli svincoli di Mendrisio, con facoltà dunque di reimmissione sia dalla A24 (via Stabio e strada ordinaria in fregio alle direttrici per i valichi di Stabio-Gaggiolo e di Novazzano) sia dalla A2 medesima. Il provvedimento resterà indicativamente in vigore sino alle ore 24.00, con possibile riapertura anticipata qualora anzitempo vengano considerate concluse le operazioni di rilevamento degli incidenti e di ripulitura dell’asfalto.