Home CONFINE Medicina e odontoiatria, uno… “stress test” anche per l’UnInsubria

Medicina e odontoiatria, uno… “stress test” anche per l’UnInsubria

1’699 candidati, 849 per il territorio provinciale di Varese ed 850 per il territorio provinciale di Como, oggi al “test” di ammissione alle facoltà di Medicina e di Odontoiatria nelle due sedi – “MalpensaFiere” a Busto Arsizio e “LarioFiere” ad Erba – designate dall’autorità ministeriale itaiana per l’organizzazione e per la gestione delle prove sotto egida dell’UnInsubria, come da disposizioni adottate in corso d’opera nella logica della miglior profilassi teorizzata in contesto covidiano. Nella sostanza, i 66’638 – circa 2’000 in meno rispetto allo scorso anno – iscrittisi a livello nazionale sono in lizza per 13’072 posti, con selezione che inevitabilmente escluderà l’80.38 per cento degli odierni aspiranti alla carriera, ma con suddivisione secondo la sede di esame preliminare che risulti più vicina a quella di residenza del candidato e non, come avvenuto sino ad oggi, secondo l’università scelta dall’aspirante medico o dall’aspirante dentista.

Chiaro ma alieno dall’autocompiacimento è Angelo Tagliabue, rettore dell’UnInsubria, “abbiamo saputo rispondere in tempi rapidi e con capacità alle richieste del ministero”, richieste fondate su numeri (1’699 candidati, più tutto il personale della macchina organizzativa) e su efficienza (garantire la piena sicurezza sanitaria a ciascuno tra gli ospiti). In 100 minuti, a partire da mezzogiorno, una sfida su 60 quesiti a risposta multipla (12 domande di cultura generale, 10 di ragionamento logico, 18 di biologia, 12 di chimica, otto tra fisica e matematica); e ciò dopo lunga ma necessaria procedura di accoglienza (misurazione della temperatura corporea, igienizzazione delle mani, disponibilità di almeno due mascherine, documenti di identità e/o permessi di soggiorno, autocertificazione Covid-19). L’elenco degli ammessi sarà pubblicato martedì 29 settembre; per quanto riguarda l’UnInsubria, 150 i posti disponibili per Medicina, 20 quelli disponibili per Odontoiatria; un posto per ciascun corso è riservato inoltre a cittadini non comunitari e residenti all’estero.

In immagine, la sede del rettorato UnInsubria in Varese.