Home CRONACA Lugano: aggredì e ferì una giornalista, 20enne indagata

Lugano: aggredì e ferì una giornalista, 20enne indagata

Non rimarrà impunita (caragrazia) la testata che una tizia rifilò deliberatamente alla collega Federica Ciommiento, cronista della “Regione”, nel tardo pomeriggio di venerdì 30 ottobre in zona Molino Nuovo a Lugano, dove era in corso una manifestazione invero irrilevante per ambizioni, per contenuti e per numero di presenze. Una 20enne, cittadina svizzera di origini non rese note, domicilio nel Luganese, è stata infatti fermata e sottoposta ad interrogatorio con riferimento a quanto occorso a margine dell’“happening” con cui alcuni soggetti avevano inteso contestare pubblicamente i provvedimenti anti-“Coronavirus” adottati in sede governativa; fatto rilevante, alla giovane vengono contestati sia l’aggressione sia i danneggiamenti di alcuni edifici con vernice “spray” sui muri esterni dei medesimi. Identificazione effettuata nel contesto delle ordinarie indagini condotte da effettivi della Polcantonale, con il sostegno di colleghi della Polcom Lugano e, si immagina, grazie a varie testimonianze spontanee, non potendosi credere all’omertà da parte di tutti gli altri partecipanti alla manifestazione. Ipotesi di reato secondo formulazione contenuta nel “dossier” del sostituto procuratore generale Nicola Respini: vie di fatto, lesioni semplici, danneggiamento aggravato. Possibili sviluppi nelle prossime ore.