Home SPETTACOLI Lac, il ritorno dei concerti “aperti”: doppio “test” con l’Osi

Lac, il ritorno dei concerti “aperti”: doppio “test” con l’Osi

Brevi, certo. Miniconcerti cameristici, quelli di domani al “Lac” di Lugano, ma con una peculiarità che ci riporta felicemente al passato: davanti a quattro prime parti dell’“Orchestra della Svizzera italiana-Osi” ed all’ospite… neoresidente Sol Gabetta ci sarà infatti il pubblico, 50 presenze in ciascuno dei due appuntamenti (ore 17.00 ed ore 18.00), con obbligo di mascherina ed in modalità “distanziata”. Esecuzioni dal vivo, dunque, sulle pagine del “Quintetto per archi opera 28 in do maggiore” di Luigi Boccherini; sul palco Robert Kowalski, Hans Liviabella, Ivan Vukevic e Luca Magariello oltre alla citata Sol Gabetta, la cui collaborazione con Markus Poschner direttore dell’Osi e con l’Osi stessa decolla formalmente oggi, nel segno del qui già presentato progetto “Presenza”, con un concerto in diretta Retedue Rsi (inizio ore 20.30). In immagine, Markus Poschner.

Articolo precedenteCalcio Dna / Lugano, chiusura con vittoria. Vaduz retrocesso
Articolo successivoLugano, quattro identità nel tempo alla “Galleria Michela Negrini”