Home SPORT Calcio Dna / Lugano, chiusura con vittoria. Vaduz retrocesso

Calcio Dna / Lugano, chiusura con vittoria. Vaduz retrocesso

Vaduz sconfitto, sorpassato e retrocesso; Sion vincente, in sorpasso sulla compagine del Principato e quindi capace di regalarsi un supplemento di speranza, dal momento che dal “barrage” con il Thun – secondo in cadetteria – dipenderà l’eventuale permanenza dei vallesani nella massima serie pedatoria elvetica. Questo raccontò primariamente la 36.a ed ultima giornata, decisiva per la coda della classifica mentre di quel che contava sull’altro versante si sapeva già tutto: da tempo il trionfale titolo dello Youngboys, anche oggi cannibale con il 4-2 a Losanna per un totale di 25 vinte, nove pareggiate e sole due sconfitte, margine siderale (31 lunghezze) sul secondo in graduatoria; da un paio di turni a questa parte le qualificate alle competizioni europee, Basilea alla piazza d’onore (ininfluente lo 0-4 subito a Sion) e Servette per la terza moneta (1-2 interno con il San Gallo); gli altri a battagliare sui residui destinati a non produrre olio, facciamo che fosse in palio la medaglia dell’onore – bum – e che allora abbia qualche valore il quarto posto finale del Lugano, andato ad imporsi per 2-1 a Lucerna con reti del lettone Marcis Oss (31.o) e del nigeriano Lucky Onyebuchi Opara (57.o); da Dejan Sorgic su rigore (78.o) il timbro dei padroni di casa. Non molto da dirsi circa la cronaca: reti a parte, un solo altro tiro degno di questo nome da parte dei bianconeri, in ciò imitati dai padroni di casa; Marcis Oss espulso all’89.o; doveroso tributo di riconoscenza a David Zibung, portiere del Lucerna, anni 37 e rotti, sul tempo del ritiro dall’attività agonistica.

I risultati – Losanna-Youngboys 2-4; Lucerna-Lugano 1-2; Servette-San Gallo 1-2; Sion-Basilea 4-0; Zurigo-Vaduz 4-1.

La classifica finale – Youngboys 84 punti; Basilea 53; Servette 50; Lugano 49; Lucerna, Losanna 46; San Gallo 44; Zurigo 43; Sion 38; Vaduz 36.