Home SPORT Hockey Wl / “Poule”-salvezza: Ladies Lugano battute, “barrage” in vista

Hockey Wl / “Poule”-salvezza: Ladies Lugano battute, “barrage” in vista

145
0

Hanno lottato al meglio delle risorse, una volta ancora, buttando in pista anche una terza linea d’attacco quasi completa – un prodigio, dopo settimane ad organico ossuto – ma non potendo andare oltre i due blocchi in difesa; contro lo stesso avversario, otto giorni addietro, avevano perso per 1-6 in casa, e stavolta hanno limitato i danni ad uno 0-4. Detto questo, un verdetto sconsolante portano con sé le Ladies Lugano di ritorno dalla pista di Huttwil frazione Schwarzenbach, sconfitte infatti dal Langenthal nell’ultimo atto della “poule”-salvezza nell’hockey di Women’s league (massima serie femminile) e sorpassate dalle bernesi sul filo di lana. In cronaca, partenza bruciante del Langenthal con Ania Luternauer (6.22) e Viktoria Maskalova (7.54) per lo 0-2; sulla prima penalità minore toccata a Greta Niccolai, resistenza per soli 17 secondi e 0-3 firmato da Sina Bachmann (41.18); nel finale, cuore gettato oltre l’ostacolo e punizione subita ancora dal bastone di Viktoria Maskalova (58.26). Conseguenza: sesta sconfitta su sei incontri in questa fase, ultimo posto in solitaria, Langenthal al sorpasso e penutlimo (era partito da “meno quattro” dopo dimezzamento dei punti ottenuti durante la stagione regolare) e salvo; alle Ladies Lugano, ora, la missione impossibile di respingere l’assalto dello Zugo dominatore in cadetteria (vedasi approfondimento in altra parte del “Giornale del Ticino”). Alle condizioni odierne, bisogna riconoscerlo, zero speranze. In immagine, Greta Niccolai, capitana e casco giallo delle Ladies Lugano.

La classifica finale – DavosLadies 34 punti; FriborgoLadies 30; Langenthal 11; Ladies Lugano 9.