Home SPORT Hockey Terza lega / “Masterround A”, che per l’Ascona sia la volta...

Hockey Terza lega / “Masterround A”, che per l’Ascona sia la volta buona?

Verbanesi in pista da domani, e per due settimane, in uno dei due tornei-promozione. Gli avversari: Bülach2, Samedan e LenzerheideValbella. E, sullo sfondo, una domanda: che si fa con ‘sta pista della “Siberia”?

Certo, c’è sempre di mezzo la “vexata quaestio” di una pista scoperta – si scrive “Siberia”, si legge “Sì, beh, ria…scoltiamo sempre le stesse fole” – e che non può offrire sufficienti garanzie né per la pratica agonistica né per gli allenamenti, e nemmen si sta a parlare del periodo dall’inizio della primavera ad un pezzo di autunno, e dei giorni in cui piove; ergo, senza sede adeguata non vai lontano ed a volte ti tocca persino l’obbligo di posporre certe ambizioni. Sul fatto che Ascona sia degna d’essere rappresentata almeno nella Seconda lega dell’hockey elvetico – ed il discorso varrebbe per almeno due altre compagini reduci dall’ultima stagione regolare al piano inferiore, gruppo 1-est – non sussiste però dubbio a rigor di parametri, non esclusi il valore intrinseco dell’identità territoriale ed il ruolo di referente nella filiera organizzata e sviluppatasi tra Hockey club Ascona, Hockey club ValleVerzasca ed Hockey club ValleMaggia per un settore giovanile ormai dilagante per numero di atleti e per sviluppo organizzativo è il polo del Sopraceneri centrooccidentale e non si sta nemmeno a dire di quale logica idea si farebbe strada nella disponibilità di un complesso gestibile lungo l’intero arco dell’anno, a due passi dal lago e sulla via per i monti: qui l’accademia internazionale dell’hockey e delle discipline che in qualche modo battono sui pattini, qui gli eventi in cui associare il verde del golf e l’azzurro del lago ed il bianco del ghiaccio, et cetera. Ma è discorso di un domani da “wannabe”, e no, non ci siamo ancora, occorre un salto di registro su almeno due fronti, e guai a tirare le orecchie ai politici in questo momento.

Restiamo allora alla pratica del disco su ghiaccio, quella che impone l’Ascona fra i favoriti per il passaggio in Seconda lega, di fatto un’ipotesi di ritorno a distanza di due soli campionati. Come fare? Beh: ad esempio, mettendosi dietro – ed in misura convincente: contano anche i goal – le tre formazioni inserite nel “Masterround A”, vale a dire LenzerheideValbella, Bülach2 e Samedan. Due incontri in casa, solo al Bülach2 sarà da rendersi visita; buona cosa. Circa la consistenza degli avversari, punto interrogativo sul LenzerheideValbella secondo nel gruppo 4-est alle spalle degli Eisbären San Gallo, 13 vittorie contro cinque sconfitte in un girone solo in parte competitivo (Uzwil2 e Dübendorf2, sul fondo della graduatoria, entrambe squadre con “record” di 2-16…), 94 goal realizzati contro 60 subiti, qualificazione spuntata agli ultimi 120 minuti sui CrocodileFlyers Weinfelden giunti a pari punti; fra gli elementi di punta vale la pena di ricordare Yves Koch, difensore ormai 31enne, arrivato anche alla cadetteria con la maglia del Coira nel torneo 2007-2008 e poi oscillante fra Prima e Seconda lega; quest’anno, per lui, 10 goal e 16 assist in 18 presenze. Capitolo Samedan: nella volata per l’accesso ai primi due posti, “record” di 11 vittorie contro tre sconfitte al pari di ZernezCernezzo e Poschiavo, ergo a fare la differenza sono stati per una volta i punti conquistati ai supplementari o ai rigori per un allineamento a distanze d’una lunghezza soltanto fra i tre collettivi (ZernezCernezzo 34, Samedan 33, Poschiavo 32); discreto equilibrio fra attacco e difesa (67 reti messe a segno, 58 incassate; si capisce quindi il rammarico in casa Poschiavo, dove a statistica figura un 112-36…), in graduatoria il primo marcatore si trova al 15.o posto con un “13 più quattro”. Più temibile il Bülach2, senza avversari nel gruppo 3-est con un 14-4 a stagione regolare conclusa, “più nove” in classifica su RapperswilJona Lakers2 e Zugerland, 145 reti realizzate e 70 al passivo, Raphael Huber (già capitano del Wetzikon in Prima lega e quest’anno anche con il DielsdorfNiederhasli in Seconda) il miglior marcatore grazie a 23 reti e 20 assist. In linea di massima, proprio all’ultimo atto il rischio maggiore.

Ma stiamo a vedere: non è detto che un LenzerheideValbella non possa generare mezza sorpresa contro il Bülach2, ad esempio. Le date per seguire l’Ascona: domani, sabato 2 marzo, alla “Siberia” di Ascona, ospite il LenzerheideValbella; sabato 9 marzo, stessa sede, ospite il Samedan; domenica 17 marzo, trasferta a Bülach.