Home SPORT Hockey Terza lega / Gruppo 2-est, deroga federale e si continua a...

Hockey Terza lega / Gruppo 2-est, deroga federale e si continua a giocare

0

Formalmente fermo per un altro mese, di fatto con facoltà (già sfruttata, e di cui tutti continueranno ad avvalersi) di svolgimento. È il curioso e fortunoso destino dell’hockey di Terza lega, limitatamente al gruppo 2-est in cui tra l’altro militano Poschiavo e Bregaglia: in via ordinaria il torneo è sospeso per decisione assunta dai vertici federali sulla scorta di quanto indicato da Berna in materia di nuovi provvedimenti anti-“Coronavirus”, ma alle otto squadre del girone (cioè Samedan, ZernezCernezzo, Celerina, SilvaplaunaSegl, Albula e LaPlaiv oltre alle due citate rappresentanti della Svizzera di lingua italiana) è stata concessa l’autorizzazione alla disputa delle partite di campionato sotto forma di amichevoli. Niente trucchi e niente inganni, ma un diritto sostanzialmente concesso anche se da lunghissima distanza si avverte il profumo di ‘“escamotage” prelevato fra le pieghe della normativa imposta: giocando tali squadre su piste non coperte, a tutti gli effetti vengono rispettate sia le direttive nazionali sia quelle cantonali sicché sussiste persino la possibilità di rispettare il calendario così come esso era stato definito.

Quanto alla classifica, invece, si tratta di ben altro paio di maniche: rimane in essere quella determinata dopo il turno di sabato 18 dicembre, e cioè sull’aggiornamento dei tre ultimi incontri (Celerina-SilvaplaunaSegl 8-2, Bregaglia-LaPlaiv 5-1, Poschiavo-ZernezCernezzo 5-6 al supplementare) categorizzati a regime normale; ciò significa ZernezCernezzo a 14 punti, Samedan a 12, Celerina e Bregaglia a nove, Poschiavo a sette, SilvaplaunaSegl a tre, infine Albula e LaPlaiv ancora al palo, variando tuttavia e di caso in caso il numero di partite disputate (sei per ZernezCernezzo e SilvaplaunaSegl, cinque per Celerina e Bregaglia, quattro per Samedan e LaPlaiv, tre per Poschiavo ed Albula). Per accordo intervenuto tra le dirigenze delle società in lizza, i risultati degli incontri successivi a sabato 18 dicembre (e sino a tutto giovedì 27 gennaio, data in cui dovrebbe scadere il blocco ai tornei dilettantistici) saranno computati in una graduatoria “interna” da utilizzarsi poi come parametro anche per le eventuali qualificazioni alla fase di “play-off”; secondo quanto indicato in sede federale, invece, gli incontri già posti sulla griglia della programmazione fra domenica 19 dicembre e giovedì 27 gennaio compreso sarebbero stati semplicemente annullati e non recuperati.

Previous articleVerbano-Cusio-Ossola, salvataggio in notturna per tre escursionisti
Next articleMinusio, calendario a tappe forzate nell’annata del “Museo Mecrì”