Home SPORT Hockey Seconda lega / Gruppo 1-est, finale nel nome dei GdT2

Hockey Seconda lega / Gruppo 1-est, finale nel nome dei GdT2

Quando a cavallo tra 2017 e 2019 scelse di scendere in Quarta lega, per la felicità degli amici dell’Aso che è poi l’Osco del cui ritorno a piena attività agonistica non si vede l’ora, egli fece ovviamente quel che gli riusciva facile sin dai tempi delle giovanili tra AmbrìPiotta e Davos, cioè crivellare le gabbie altrui; e, infatti, collezionò 70 punti in una trentina di partite, in apparenza senza sforzo alcuno. Ma Diego Costa, ancora all’età di 33 anni, porta nel Dna una peculiarità migliore: quella di segnare, o di fornire assist, quando serve cioê quando il punto è decisivo; esperienza ribadita oggi, nel 4-3 dei GdT2 Bellinzona al supplementare sul tignosissimo Seetal, con il 3-3 al 59.33 in situazione precaria (parità numerica, ma niente portiere per esigenza di compensazione di un quattro-contro-cinque) ed in collaborazione con Egon Albisetti – “poker” di assist, cioè sempre a referto nelle marcature – con il 4-3 del 61.29, marcatore qui Simone Capella già in goal al 29.28 per il 2-1 in superiorità numerica (di chi gli assist? Di Egon Albisetti, ovviamente, e di Diego Costa). In avvio, Seetal avanti (16.27, Mauro Schwegler) e raggiunto (17.50, Patrick Schmid); a metà confronto lo scambio di consegne tra Alessio Donati ed Alessandro Ongaro-Molinaro a protezione della gabbia; due sussulti degli ospiti con lo “shorthanded” di Toni Bättig (35.25) e con il “power-play” trasformato da Alain Heim (51.42) prima del finale descritto. In immagine, Diego Costa.

Articolo precedenteHockey Wl / Ladies Lugano, dall’illusione alla prima sconfitta
Articolo successivoLugano, un “Gròtt mòbil” a piena forza per la “Festa d’autunno”