Home SPORT Hockey Nl / Matteo Romanenghi uomo in più. E l’Ajoie respira

Hockey Nl / Matteo Romanenghi uomo in più. E l’Ajoie respira

369
0

Complemento dell’11.a giornata nell’hockey di massima serie, oggi, tra il Davos ed il neopromosso Ajoie, compagini rispettivamente all’ottavo ed all’11.o posto in graduatoria (stesso numero di incontri disputati, cioè nove, coefficienti rispettivi pari ad 1.444 e ad 1.000). Grigionesi reduci dalla sconfitta (3-6) a Friborgo; giurassiani felici per il fresco secondo successo stagionale sugli Scl Tigers, tra l’altro con crescente apporto della residua pattuglia straniera dopo il grave infortunio – sosta per almeno quattro mesi – toccato a Jonathan Hazen, progressivo adeguamento del fromboliere Philip-Michaël Devos ai ritmi della cadetteria (107 punti all’attivo in ciascuno degli ultimi due campionati, ed erano stati 117 nel torneo 2016-2017) ai ritmi della National league (ad ora, due goal e cinque assist in nove presenze). L’uomo del momento, nelle file dell’Ajoie, è tuttavia (e di nuovo, ricordandosi l’eccellente traccia lasciata da Giacomo Casserini) un ticinese: Matteo Romanenghi, 26 anni, ala-centro da 178 centimetri per 87 chilogrammi, “momò” di Morbio Inferiore con prima formazione in filiera Chiasso, ai vertici del professionismo elvetico sin dalla stagione 2013-2014 quando andò per 12 volte a tabellino con il Lugano ed in bianconero sino alla primavera scorsa (con ricorrenti prestiti al livello inferiore, in un caso all’Olten ed in due ai BiascaTicino Rockets), viaggia sul piede di tre reti ed un assist (iersera, per il provvisorio 2-1).

La classifica – BielBienne 25 punti; FriborgoGottéron, Zugo 23; Zsc Lions 20; Lugano 16; RapperswilJona Lakers, AmbrìPiotta 15; Davos, Berna 13; Losanna 11; ServetteGinevra, Ajoie, Scl Tigers 9 (Zugo 12 partite disputate; BielBienne, FriborgoGottéron, Lugano, Berna, Scl Tigers 11; Zsc Lions, RapperswilJona Lakers, AmbrìPiotta, ServetteGinevra 10; Davos, Losanna, Ajoie nove). Nella foto, Matteo Romanenghi.