Home POLITICA “Giovani Udc”, un ticinese in… slancio ai vertici nazionali

“Giovani Udc”, un ticinese in… slancio ai vertici nazionali

239
0

Per un ticinese – è Marco Chiesa – che non solleciterà la conferma quale massima figura nazionale di riferimento dell’Udc, un ticinese che entra nei giochi per i ruoli di vertice dei “Giovani Udc”, partendo dall’essere oggi presidente della sezione cantonale. Prospettive apicali quelle che all’assemblea generale di sabato 9 marzo si disegnano davanti agli occhi di Diego Baratti, 27 anni, tra l’altro municipale a Ponte Capriasca: suo uno dei tre nomi – gli altri: Nils Fiechter, 1996, bernese di Oberwil im Simmental, e Stephanie Gartenmann, 2002, bernese di Matten bei Interlaken – spesi in queste ore per il cambio di timonieri, essendo annunciate le dimissioni sia del presidente David Trachsel – reduce da mandato quadriennale – sia dei vicepresidenti Andreas Gerber e Sacha Turin. Rinnovamento ad ampio spettro, quello dei “Giovani Udc” svizzeri, in termini funzionali all’… età: durante la stessa assemblea si ritireranno anche Lukas Fritz Hüppin (segretario generale), Léa Mivelaz (membro dell’Esecutivo) e Léonard Martin (idem). Da darsi a questo punto come scontata, per quanto riguarda Diego Baratti, l’attribuzione di una vicepresidenza. Il campo dei candidati sarà definito presumibilmente entro la seconda decade di febbraio.