Home CRONACA Covid-19 in Ticino, due anni dopo: ancora un contagio ogni 133 secondi

Covid-19 in Ticino, due anni dopo: ancora un contagio ogni 133 secondi

0

(ULTIMO AGGIORNAMENTO, ORE 10.54) Niente vittime in più (restano 125 nel contesto della quarta ondata e 1’120 dall’inizio del computo ufficiale) ma numeri ancora alti e quasi costanti in materia di nuovi contagi, per quanto riguarda la pandemia da “Coronavirus” in Ticino, nel transito da ieri ad oggi, maturando i due anni dal primo caso conclamato sul territorio: rilevansi 647 casi in più, che statisticamente valgono un quinto dell’intera prima ondata cioè un caso ogni 133 secondi, per effettivi 110’654 positivi di cui 76’873 (69.47 per cento sul totale) nella fase corrente data dalla cesura virtuale a giovedì 29 luglio 2021. Sostanzialmente invariato il quadro nel sistema ospedaliero: 73 i ricoverati, di cui 65 in reparti ordinari ed otto in reparti di terapie intensive. In vistoso peggioramento la situazione nel sistema delle case per anziani: 12 sono ora le strutture colpite, in presenza di due ospiti dichiarati guariti e di 11 nuovi contagiati per totali 50 residenti ora positivi; si alza anche – uno in più, a quota 154 – il numero dei soggetti per i quali si è reso necessario il ricovero; 402 i residenti deceduti per Covid-19, 1’788 quelli morti contestualmente per asserite “altre cause”. Non porta dati interessanti l’andamento della campagna vaccinale: a valori di ieri, mercoledì 23 febbraio, constano 668’802 dosi somministrate utilmente e coperture pari al 72.1 per cento per quanto riguarda il trattamento di base.

Previous articleMosca-Kiev, equilibrio spezzato. Borse europee in tuffo, Zurigo lima le perdite
Next articleButta la coca per scampare all’arresto: preso (e poi tocca al complice)